Cucinelli_lettera_creato-2

Coronavirus, lettera di Brunello Cucinelli: “Per un nuovo contratto sociale con il Creato”

PerugiaToday – 12 novembre 2020 “L’imprenditore umanista vede il Covid come “un compagno di viaggio imprevisto e non voluto”, mentre il “Creato ci chiede aiuto e anche noi siamo responsabili delle sue pene”. “Abito scuro e papillon e un ingresso da attore navigato sul palco del suo teatro a Solomeo. Così Brunello Cucinelli decide di divulgare[…]

lp_1130078010

Amazon incoraggia gli acquisti natalizi, ma in rete spopola: “Compra italiano”

AFFARITALIANI.IT – 11 NOVEMBRE 2020 Mentre Amazon incoraggia gli acquisti di Natale in anticipo, in rete diventa virale il messaggio “Compra italiano” per sostenere la crisi del momento. Amazon vs “Compra italiano” A fronte dell’ultimo spot di Amazon, la rete alza e voca e rende virale questo messaggio, chiedendo agli italiani di comprare italiano per[…]

covid

Il testo del nuovo dpcm: “Mascherine sempre se non ci si trova tra persone non conviventi” „Il testo del nuovo Dpcm: “Mascherine sempre se non ci si trova tra persone non conviventi”

Il testo del nuovo dpcm: “Mascherine sempre se non ci si trova tra persone non conviventi” Da domani 8 ottobre 2020 le mascherine dovranno essere indossate sempre nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e anche in tutti i luoghi all’aperto. Il testo del nuovo dpcm: “Mascherine sempre se non ci si trova tra[…]

covid-19-spagna

Notizie dal Mondo Covid: 4.000 nuovi casi in Germania. La cronaca di una giornata

La pandemia di coronavirus torna a fare paura: ecco le ultime notizie dall’Italia e dal mondo

Corriere della Sera 07 Ottobre 2020

cd3b0cbad41c11693de4253371d6d62b-kzkF-U32101824161042ccB-656x492@Corriere-Web-SezioniOre 07.14 – Oltre 4.000 nuovi casi in Germania
Nuovo allarmante record di casi di coronavirus in Germania per il secondo giorno consecutivo. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati oltre 4.000 nuovi contagi, mai così tanti dall’11 aprile, quando il paese era ancora in lockdown. Erano stati 2.898 il giorno precedente.

Ore 23.44 – Il Brasile supera i 5 milioni di contagi
Il Brasile ha superato i 5 milioni di casi di Covid, come annunciato dal ministero della Salute. In particolare, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 31.553 contagi, mentre i decessi sono stati finora 148.228, compresi gli ultimi 734.

Ore 23.41 – I dati della App Immuni rimarranno registrati oltre il 31/12
I dati dell’App Immuni rimarranno registrati oltre il 31 dicembre 2020, anche per tutto il 2021. Il decreto legge, pubblicato mercoledì in Gazzetta, proroga il termine.

Ore 23.37 – La moglie di Netanyahu viola il lockdown per il parrucchiere
Bufera sulla moglie del premier israeliano Benjamin Netanyahu: Sara è stata accusata di aver violato le restrizioni del lockdown, facendo venire nella residenza il parrucchiere per farsi sistemare i capelli per un video pubblico in cui esortava tutti a indossare le mascherine e rispettare il distanziamento sociale. Il suo ufficio ha respinto le accuse, facendo notare che durante il lockdown la potente moglie del leader del Likud «non è uscita di casa e ha gestito la sua routine di lavoro come psicologa infantile principalmente attraverso incontri su Zoom e telefonate». Quanto alla visita del parrucchiere, «ha pensato che fosse permesso dal momento che è un influente personaggio pubblico e il video era al servizio della popolazione».

Ore 23.28 – Dl in Gazzetta, in vigore da mezzanotte
Il decreto legge sul Covid, approvato mercoledì dal Consiglio dei Ministri, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Le norme entrano in vigore da mezzanotte.

Ore 23.05 – Esperti Irlanda: «Tutti gli indicatori peggiorano»
In Irlanda, tutti gli indicatori dell’epidemia di coronavirus stanno peggiorando e l’aumento dei ricoveri in ospedale potrebbe diventare una sfida impegnativa nelle prossime settimane. È l’allarme lanciato dai massimi esperti del Paese, di fronte ai numeri crescenti del Covid: negli ultimi sette giorni è stata registrata una media di 493 nuovi contagi, in aumento rispetto ai 359 della settimana precedente e il timore è che, di questo passo, possa raggiungere i 1.100-1.500 entro il 7 novembre.

Ore 22.46 – Trump è tornato nello Studio Ovale (violando il divieto)
Il presidente degli Stati Uniti, Trump, sta lavorando nello Studio Ovale, a meno di sei giorni dalla diagnosi, nonostante sia in quarantena e in isolamento.

Ore 21.32 – Il medico di Trump: «Il presidente
è senza sintomi e senza febbre da quattro giorni»
Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, dice di sentirsi «benissimo» e di non avere sintomi a meno di sei giorni dalla diagnosi del coronavirus, secondo una nota del medico della Casa Bianca pubblicata mercoledì. «Il suo esame fisico e i suoi segni vitali, compresa la saturazione di ossigeno e la frequenza respiratoria, rimangono tutti stabili e nella norma», ha scritto il medico della Casa Bianca, Sean Conley, nel comunicato. «È rimasto senza febbre per più di quattro giorni, senza sintomi per oltre 24 ore, e non ha avuto bisogno né ha ricevuto ossigeno supplementare dal primo ricovero», ha scritto Conley.

Ore 21.28 – Casi sul set di Jurassic World: stop a riprese per 2 settimane
Le riprese del nuovo film Jurassic World ai Pinewood Studios nel Regno Unito sono state sospese per due settimane a causa di casi di Covid-19 sul set. Martedì, la Universal ha affermato che l’uscita di Jurassic World: Dominion è stata ritardata di un anno, a giugno 2022. Il mese scorso anche le riprese di The Batman, un film della Warner Bros., sono state interrotte a causa di un caso positivo.

Ore 21.10 – Usa, 211.343 morti su 7.519.846 contagiati
Ci sono stati almeno 7.519.846 casi di coronavirus negli Stati Uniti, e almeno 211.343 persone sono morte, secondo i dati pubblicati sul sito della Johns Hopkins University. I totali includono casi provenienti da tutti i 50 stati, dal Distretto di Columbia e da altri territori degli Usa, oltre a casi di rimpatrio.

Ore 20.46 – Macron: «Virus continua a crescere, verso altre restrizioni» «L’epidemia continua a crescere. In alcuni territori siamo riusciti a frenare le cose, ma il virus circola piu veloce. E nei luoghi dove circola troppo veloce, in particolare, tra le persone adulte e dove ci sono troppi posti letto occupati negli ospedali, allora dovremo andare verso maggiori restrizioni: il presidente francese Macron, intervistato in diretta in tv, ha commentato così le ultime cifre record sul coronavirus in Francia, con 18.746 casi nelle ultime 24 ore. «Non siamo e non saremo in un tempo normale» nei prossimi mesi, ha proseguito, insistendo, tra l’altro, sulla necessità di «responsabilizzare i cittadini.

Ore 20.37 – Azzolina: «Scuola luogo sicuro, regole ci sono da settimane» «Nella giornata di uno studente, le 4 o 5 ore che passa a scuola rappresentano il luogo più sicuro, perché a scuola le regole si utilizzano già con grande responsabilità». Così al Tg La7 la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina. «Io sono più preoccupata per quello che avveniva fuori dalle scuole», ha sottolineato. «La scuola, in questo momento, è un ambiente molto protetto. Adesso, con le regole che ci siamo dati questa mattina nel decreto, con l’uso della mascherina e il metro di distanza, ci sarà sicuramente più protezione anche all’esterno delle scuole».

Ore 20.31 – In Francia oltre 7.500 ricoverati, è massimo da tre mesi
Sono oltre 7.500 i pazienti attualmente ricoverati negli ospedali in Francia a causa del Covid-19, il dato più alto da tre mesi a questa parte e circa il 65% in più del livello più basso, 4.530 ricoverati, toccato lo scorso 29 agosto.

Ore 19.54 – Boccia: «Torna cabina regia governo-Regioni»
«Dopo la ripresa del comitato operativo quotidiano in Protezione civile, riprende anche la cabina di regia nazionale tra governo ed enti territoriali da convocare in qualsiasi momento, come avvenuto nei momenti più critici tra marzo e maggio, con i rappresentanti di Regioni, Anci e Upi. Un confronto quotidiano tra i diversi livelli istituzionali che ci ha permesso di condividere le decisioni e superare i momenti più critici, diventando uno dei paesi più sicuri al mondo». Così il ministro per gli affari regionali Francesco Boccia durante l’incontro con le regioni, le province e i comuni sul tema delle nuove misure anti- Covid.

Ore 19.42 – Comuni a governo: «Ora poteri su ordinanze più specifiche» «Avere la possibilità di fare alcune ordinanze più specifiche rispetto alla fase più drammatica in cui gli enti avevano rinunciato al potere di ordinanza». È quanto chiesto dal presidente dell’Anci, Antonio Decaro, insieme al ripristino della cabina di regia Governo-Regioni-Comuni attivata nei primi mesi dell’emergenza.

Ore 19.10 – Conte, bambini sotto 6 anni non hanno obbligo mascherina
«I bambini di età inferiore a 6 anni, chi svolge attività sportiva, chi ha ragioni di salute, persone con disabilità o che hanno difficoltà respiratorie» sono esentati dall’obbligo della mascherina all’aperto, ha sottolineato il premier Conte.

Ore 18.34 – Conte: «Mascherina sempre a meno che non si sia isolati»
«Abbiamo ritenuto opportuno recuperare il rapporto tra Stato e Regioni. D’ora in poi le Regioni potranno adottare misure più restrittive e saranno limitate in quelle ampliative, che dovranno essere d’intesa con il ministro della Salute». Così il premier Giuseppe Conte parlando fuori palazzo Chigi. «Abbiamo introdotto una misura più rigorosa per questa fase: le mascherine d’ora in poi bisogna portarle con sé quando si esce di casa e indossarle in ogni caso a meno che non ci si trovi in una situazione di continuativo isolamento, ad esempio se si è isolati in campagna o in montagna. Per il resto la mascherina comunque va non solo portata ma anche indossata», ha chiarito con forza. «Abbiamo una rigorosa raccomandazione anche per le case private: anche in famiglia dobbiamo stare attenti. Se riceviamo amici e parenti stiamo attenti e manteniamo le distanze. Sono queste — ha sottolineato — le situazioni in cui più si diffonde il contagio». La raccomandazione del governo — quindi— è quella di indossare la «mascherina e mantenere le regole di distanza» anche quando si ricevono ospiti a casa, amici o parenti. «Non cambia nulla — quindi — sulla quarantena, se ci saranno altre proposte le adotteremo».

Ore 18.18 – Germania, alberghi vietati a chi arriva da zone a rischio
I vacanzieri in arrivo da aree a rischio in Germania non potranno più essere ospitati negli alberghi e nelle pensioni: è quanto hanno deciso i Laender tedeschi a una riunione con il governo federale. Il divieto entra in vigore domani, e riguarda chi è in arrivo da zone in cui si siano superato 50 nuovi contagi su 100mila abitanti. In sostanza, il divieto non vale per chi dispone di un test negativo realizzato non più di 48 ore prima, come ha spiegato il ministro-presidente dello Schleswig-Holstein, Daniel Guenther, al termine del vertice. Almeno 11 Laender hanno deciso di varare questa nuova disposizione, decisa alla luce del costante aumento delle infezioni.

Ore 18 – Covid: Afp, l’Europa supera i 6 milioni di casi
L’Europa supera i 6 milioni di contagi, come emerge da un conteggio dell’Afp.

Ore 17.35 – Regno Unito, ancora oltre 14 mila contagi e 70 morti
Contagi in leggero calo rispetto a ieri (martedì, ndr) ma comunque altissimi nel Regno Unito, dove altre 14.162 persone sono risultate positive al coronavirus, per un totale di 544.275 casi dall’inizio della pandemia. Sono — invece — 70 i morti, dato che porta il totale a 42.515.

Ore 17 – I 10 Paesi con più casi in 24 ore
Secondo l’Oms, i nuovi contagi nel mondo sono stati oltre 235mila. La nazione che ha fatto registrare il maggior incremento giornaliero è sempre l’India (oltre 61mila nuovi contagiati). Seguono gli Stati Uniti (36mila) e il Regno Unito (12mila).

Ore 16 – I casi in Usa superano quota 7,5 milioni
Secondo quanto riportato dalla Johns Hopkins University i casi di coronavirus negli Usa hanno superato quota 7.5 milioni: il Paese conta a oggi 7.500.964 contagi, inclusi 210.886 decessi. Situazione di forte allarme anche in altri Paesi, con la Gran Bretagna e la Francia entrambe sopra i 10mila casi nelle ultime 24 ore.

Ore 15 – Francia, terapie intensive sotto pressione
In Francia si contano 10.489 nuovi contagi con 66 decessi, tra cui 62 negli ospedali e 4 nei reparti di rianimazione. Preoccupa il numero dei letti occupati nelle terapie intensive dai malati di Covid, 1.426 e cioè 11 in più nelle ultime 24 ore. In particolare, a Parigi la quota di pazienti Covid in rianimazione ha superato il 40%.

Ore 14.30 – Belgio, l’allarme del premier: «Situazione grave»
Numeri in crescita anche in Belgio dove, dice il premier Alexander De Croo, «i casi aumentano, le ospedalizzazioni crescono e i decessi pure. In alcuni ospedali la situazione è critica. Bisogna fare di tutto per bloccare la diffusione del virus ed evitare un nuovo lockdown». Da venerdì in arrivo nuove limitazioni per i raggruppamenti all’aperto e al chiuso (bar chiusi dalle 23) e maggiori controlli.

Per leggere l’articolo integrale dalla fonte, clicca sul link sotto riportato.

[…]

coronavirus_

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 7 ottobre: 3.678 nuovi casi e 31 morti. Speranza: «Al lavoro per evitare nuovo lockdown»

I dati del bollettino sulla pandemia di Covid-19, aggiornati a oggi 7 ottobre. Mai così tanti contagi dal 16 aprile. Più colpite Campania (+544) e Lombardia (+520).

Corriere Della Sera 07 ottobre 2020

7 ott-kDHB-U321018086379294LD-656x492@Corriere-Web-Sezioni

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, almeno 333.940 persone (+3.678* rispetto a ieri, +1,1%; ieri +2.677) hanno contratto il virus Sars-CoV-2. Di queste, 36.061 sono decedute (+31,+0,1%; ieri +28) e sono state dimesse 235.303 (+1.204, +0,5%; ieri +1.418). Attualmente i soggetti positivi dei quali si ha certezza sono 62.576 (+2.442, +4,1%; ieri +1.231); il conto sale a 333.940 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutte le persone che sono state trovate positive al virus dall’inizio dell’epidemia.

I tamponi effettuati sono stati 125.314 (25.572 in più rispetto a ieri che erano stati 99.742). I pazienti ricoverati con sintomi sono 3.782 (+157, +4,3%; ieri +138), di cui 337 in terapia intensiva (+18, +5,6%; ieri -4).

I nuovi positivi non erano mai stati così tanti dal 16 aprile (durante il lockdown) quando erano stati 3.786. «I numeri che arrivano», ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza «ci dicono che siamo dentro una sfida enorme e che dobbiamo ragionare insieme su come affrontarla e vincerla. La situazione è seria e delicata». nazionale». «Lavoriamo — ha aggiunto — giorno e notte per evitare un nuovo lockdown nazionale». «Ogni giorno valutiamo il quadro epidemiologico e sappiamo che ogni lockdown ha un costo, ma i risultati che ci saranno tra due, tre o quattro settimane non sono scritti nel cielo. Nessuno ha certezza su quello che avverrà, dipende molto dai comportamenti delle persone, per questo il lavaggio delle mani, la distanza sociale e l’uso delle mascherine sono la chiave».

Proprio oggi, prima della pubblicazione dei dati, il governo ha varato un decreto che impone nuove regole contro il diffondersi dei contagi. In particolare, il decreto prevede l’obbligo di mascherina sia al chiuso sia all’aperto: qui trovate tutte le nuove regole (e qui gli errori più comuni nell’utilizzo di questo importantissimo strumento).

Le Regioni più colpite sono la Campania e la Lombardia, al centro dell’attenzione, negli ultimi giorni, anche per i ritardi nell’acquisto delle dosi di vaccino antinfluenzale, considerato un aiuto decisivo per poter «scremare» i malati di covid da quelli di influenza stagionale.

Questa è la mappa del contagio in Italia, questa nel mondo. Qui i bollettini dei giorni scorsi.

I casi Regione per Regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per Regione, è quello dei casi totali (numero di persone trovate positive dall’inizio dell’epidemia: include morti e guariti). Nella foto in alto è visibile quello dei soggetti attualmente positivi. La variazione indica il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore.

Lombardia 109.186 (+520, +0,5%; ieri +350)
Emilia-Romagna 36.454 (+193, +0,5%; ieri +172)
Piemonte 36.858 (+287, +0,8%; ieri +259)
Veneto 29.418 (+375, +1,3%; ieri +189)
Marche 8.284 (+84, +1%; ieri +35)
Liguria 14.322 (+176, +1,2%; ieri +170)
Campania 15.707 (+544, +3,6%; ieri +395)
Toscana 16.273 (+300, +1,9%; ieri +209)
Sicilia 8.220 (+213, +2,7%; ieri +198)
Lazio 18.389 (+357, +2%; ieri +275)
Friuli-Venezia Giulia 5.034 (+72, +1,4%; ieri +51)
Abruzzo 4.715 (+61*, +1,3%; ieri +48)
Puglia 8.619 (+196, +2,3%; ieri +106)
Umbria 2.822 (+65, +2,4%; ieri +62)
Bolzano 3.734 (+55, +1,5%; ieri +17)
Calabria 2.125 (+16, +0,8%; ieri +23)
Sardegna 4.481 (+101, +2,3%; ieri +63)
Valle d’Aosta 1.366 (+15, +1,1%; ieri +5)
Trento 6.296 (+32, +0,5%; ieri +40)
Molise 684 (+1, +0,1%; ieri +6)
Basilicata 953 (+15, +1,6%; ieri +4)

I decessi Regione per Regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per Regione, è quello dei morti totali dall’inizio della pandemia. La variazione indica il numero dei nuovi decessi registrati nelle ultime 24 ore.

Lombardia 16.978 (+5, ieri nessun nuovo decesso)
Emilia-Romagna 4.491 (+1, ieri +3)
Piemonte 4.172 (+2, ieri +2)
Veneto 2.200 (+2, ieri +4)
Marche 992 (nessun nuovo decesso, come ieri)
Liguria 1.614 (+2, ieri +2)
Campania 469 (+1, ieri +2)
Toscana 1.170 (+2, ieri nessun nuovo decesso)
Sicilia 326 (+4, ieri +1)
Lazio 954 (+6, ieri +4)
Friuli-Venezia Giulia 355 (nessun nuovo decesso, ieri +2)
Abruzzo 485 (+1, ieri +2)
Puglia 603 (nessun nuovo decesso, ieri +4)
Umbria 86 (nessun nuovo decesso, come ieri)
Bolzano 292 (nessun nuovo decesso come ieri)
Calabria 102 (nessun nuovo decesso, ieri +1)
Sardegna 160 (+3, ieri +1)
Valle d’Aosta 146 (nessun nuovo decesso, come ieri)
Trento 406 (nessun nuovo decesso, come ieri)
Molise 25 (nessun nuovo decesso, come ieri)
Basilicata 35 (+2, ieri nessun nuovo decesso)

*La Regione Abruzzo segnala che dai positivi è stato sottratto un caso comunicato il 5/10 già in carico ad altra regione.

Per Leggere l’articolo alla fonte, clicca sul link sotto riportato.

https://www.corriere.it/salute/20_ottobre_07/coronavirus-italia-bollettino-oggi-7-ottobre-3678-nuovi-casi-31-morti-913952e8-088c-11eb-ab0e-c425b38361b4.shtml

[…]

2a2a72ad684978d884a423705fd10417-kPgF-U32101789238250dCC-656x492@Corriere-Web-Sezioni

Nuovo Dpcm, da domani obbligo di mascherina: le nuove regole

Da domani, giovedì 8 ottobre, obbligo di mascherina: va indossata sempre, anche all’aperto. Uniche eccezioni: se si sta in luoghi isolati e durante l’attività sportiva. Corriere della sera 07 ottobre 2020 Regola numero uno: la mascherina deve essere portata sempre con sé. Regola numero due: deve essere sempre indossata all’aperto, a meno che non si stia in un[…]

GA personal- courtesy of Giorgio Armani-U430201361239385UaG-U31803721590945iF-656x492@Corriere-Web-Sezioni

LA LETTERA DI GIORGIO ARMANI AGLI AMERICANI: “LA MODA ORA DEVE RALLENTARE IL SUO RITMO INSOSTENIBILE”

«Il momento è complicato ma ci offre la possibilità di aggiustare quello che non va e riguadagnare una dimensione più umana». L’invito trova d’accordo illustri colleghi, da Donatella Versace a Rick Owens, da Elisabetta Franchi e Marco Baldassarri di Eleventy Giorgio Armani ancora una volta detta la linea. È stato il primo a sfilare a[…]

100025891-dae14b77-a772-419a-98e6-afc5203b7580

Coronavirus, Lorenzin (Pd): “Sono positiva: il Covid è una brutta bestia”

In un video messaggio su Twitter lʼex ministro della Salute ammonisce: “Se lʼho preso io che sono sempre attenta, essere contagiati è più facile di quanto si pensi”. “Purtroppo sono risultata positiva al coronavirus. In questo momento ho un po’ di febbre e mal di gola, ma sono sotto monitoraggio e la situazione è tranquilla. Comincio[…]

coronavirus_

Coronavirus, nel mondo superati i 35 milioni di casi. In Uk oltre 500mila.

SKY TG24 05 OTTOBRE 2020 Secondo la Johns Hopkins University, i decessi totali sono 1.036.111. In Europa, il maggior numero di morti è stato segnalato nel Regno Unito: oltre 42mila. Gli Usa rimangono il Paese più colpito in termini assoluti: da mercoledì a New York 9 quartieri in lockdown. Situazione difficile anche a Parigi, che[…]